+39 392-318-3364 / info@womeninrun.it
'

Women in Run e Stralivigno …amore a prima salita!

IMG_9368

Women in Run e Stralivigno …amore a prima salita!

24 Luglio

Dopo la Monza Resegone mi è presa un inspiegabile voglia di corsa in montagna, perciò decido di battezzare la stagione di allenamenti estivi 2015 con una gara dal vero sapore montanaro: La Stralivigno.

Mia compagna di viaggio Manuela , sì la nostra Manuela, proprio lei, quella di Women in Run Milano!
Ospiti della A.P.T. Livigno partiamo la mattina di venerdì 24 da Milano alla volta di Livigno insieme ad altri amici, tutti nomi noti del panorama giornalistico Lombardo on-line e cartaceo, oltre che motivatissimi runner!
Durante il viaggio, ci confrontiamo sui nostri tempi, allenamenti e le ore passano tra mille risate e prima di arrivare riusciamo anche nell’impresa di convincere Manuela a correre la staffetta insieme ad un’altra ragazza del gruppo (Tatiana). Le avevo infatti sconsigliato il percorso dei 21, perchè credo che certe gare non si possano improvvisare, ma 10km sono certamente alla sua portata, seppur il percorso non è certo pianeggiante!

Arriviamo in albergo e ci viene subito voglia di “tastare” il terreno con una corsetta sciogligambe di pochi km, usciamo in 4 : io, Tatiana, Maurizio (Lorenzini il noto giornalista di Podisti.net) ed Ernesto (giornalista della testata Leggo)
Appensa usciti il rumore di un tuono preannuncia l’arrivo di un temporale estivo ma, dopo quasi tre settimane di caldo torrido Milanese, l’idea di correre sotto l’acqua non può che allettarci, perciò proseguiamo euforici con il sorriso di un bambino che si sta per buttare in una pozzanghera di fango.
Torniamo fradici ma felici e con gli occhi pieni di quegli splendidi paesaggi; il tempo di una doccia e poi tutti insieme veniamo accompagnati ad un’interessantissima tavola rotonda dove conosciamo il campione di corsa in montagna Marco De Gasperi.
La discussione inizia proprio con lui che ci racconta la sua storia e del suo recente, anzi recentissimo, record sul Monte Bianco. L’incontro continua poi con gli interventi degli altri ospiti : Lino, che ci parla del potere crescente di Twitter nel panorama della comunicazione on linee, Maurizio che ci racconta qualcosa dell’Atletica vera quella con la A maiuscola (in veste di allenatore e giudice FIDAL chi meglio di lui), Franz ci parla del suo progetto X-RUN, seguito a ruota da Orazio Spoto uno degli Instagramer più noti del web, poi è la volta di Chiara giornalista molto conosciuta per il suo blog Fashion Running, e Tatiana che ci racconta del suo blog di Montagna Corda Doppia per concludere con l’amico Blogger nonché coach Women in Run Roberto Nava, che ci racconta come è nato il suo popolare “RunLikeNeverBefore” blog che unisce esperienze di corsa e non solo.
Parliamo anche io e Manuela del nostro Gruppo, di come è nato Women in Run, dei nostri prossimi obiettivi e del nostro progetto di raccolta fondi “Nei Panni dell’Altra” nato e voluto in partnership con gli amici di Action Aid.
Dopo la cena tutti a nanna per godere del meritato riposo pre-gara.

25 Luglio

La sveglia è alle 8:00 ed il ritrovo con Marco De Gasperi alle 9:30. Insieme a lui andiamo ad esplorare uno dei tratti del percorso che avremmo affrontato da li a poche ore. Lui ci svela tecniche e segreti per affrontare percorsi sterrati di montagna:
“evitate di correre le salite più dure, spesso nelle gare di montagna vincono quelli che in salita camminano, perchè riescono a risparmiare energie”
“per imprimere velocità alla camminata, spostate il baricentro in avanti e accorciate il passo! Nelle salite con maggior pendenza appoggiate le mani alle ginocchia per scaricare parte del peso corporeo”
“se vi dovesse capitare di andare in affanno , piuttosto fermatevi qualche secondo per riprendervi”
Io lo ascolto rapita e approfitto del momento per fargli mille domande…un campione ma prima di tutto una persona umile e gentilissima, un onore per me averlo conosciuto!
Allo start di partenza mi trovo molto emozionata nonostante non abbia particolari obiettivi di tempo, per me è la prima mezza maratona in alta quota pertanto non so cosa aspettarmi.
Arriva lo sparo e parto…il primo tratto su asfalto è il più sofferto…6km che sembrano interminabili con vento contro e un falsopiano continuo che mette a dura prova le mie gambe oltre che una quota di 1800mt alla quale sicuramente non sono abituata.
Quando inizia la salita nel bosco benedico quella pendenza e quello sterrato , varia il panorama, entriamo nel bosco dove non tira vento e non batte il sole. Un po’ cammino e un po’ corro , seguendo i consigli di Marco, recupero molto ne tratti in discesa e cerco di camminare veloce in quelli in salita.
Quando al 13° km inizia il pezzo di salita più duro arriva anche inesorabile la crisi ipoglicemia ma il mio Microinfusore mi avverte appena in tempo. Mi siedo qualche secondo e assumo 3 bustine di zucchero e, non appena passa la debolezza e i giramenti di testa, riparto più combattiva di prima.
Si sale sempre di più e le espressioni dei comapgni di avventura iniziano ad essere sempre più sofferenti ma allo stesso tempo speranzose perchè quel fatidico 18° km dal quale poi, ci hanno detto, inizierà la lunga discesa verso l’arrivo, è sempre più vicino.
La discesa è realmente unga e mette a dura prova i miei quadricipiti ma la accolgo con enorme sollievo. Mi lascio andare e porto il busto in avanti per darmi maggiore spinta. Ad 1km dall’arrivo sento il sopraggiungere dei crampi , stringo i denti , mi concentro su elementi esterni…penso alla felicità che proverò tagliando il traguardo, mi nutro di quelle endorfine e con questa spinta “mentale” taglio in traguardo con il tempo di 2h03’14” e con un inaspettata 3° posizione di categoria.
Vedo Manuela aspettarmi all’ arrivo, e scattare una delle foto più belle della mia carriera podistica , le chiedo come è andata la sua parte di staffetta…lei mi guarda con un sorriso di quelli che vorresti vedere sempre sul viso di una persona e mi dice “ benissimo, la mia prima corsa in montagna è stata bellissima”!
Non avevo dubbi, noi Women in Run siamo gente tosta, non saranno certo un paio di salite a fermarci !
Da questo week end mi porto a casa tante nuove interessanti conoscenze e una grande certezza: l’anno prossimo sarò di nuovo su quella linea di partenza per puntare ancora più in alto verso quel cielo azzurro che mi ha regalato tre giorni indimenticabili!

FullSizeRender-4 FullSizeRender-5 IMG_9296 IMG_9301 IMG_9303 IMG_9357  IMG_9365 IMG_9369 11798136_567371230067575_1005752595_n

Lascia un Commento