+39 392-318-3364 / info@womeninrun.it
'

QUELLO CHE I RUNNER NON DICONO

Top Secret Rubber Stamp

QUELLO CHE I RUNNER NON DICONO

Ci sono dei rituali , dei vezzi e dei vizi comuni a tanti runner ma che in pochi hanno il coraggio di svelare.

Ebbene io oggi lo farò!

CHECK PREVISIONI DEL TEMPO

rain

Il meticoloso controllo delle previsioni del tempo previste per il giorno della gara inizia circa due settimane prima e prevede comportamenti metodici tipo:

  • una sorta di clic compulsivo sull’app “Meteo” del nostro smartphone
  • l’incrocio delle previsioni di più siti internet
  • la valutazione dei diversi outfit da indossare per affrontare al meglio qualsiasi tipo di avversità

LA SCELTA DELL’OUTFIT

fashion-running

La scelta degli abiti, viene studiata giorni prima, ma quella vera e propria è messa in atto la sera prima della gara

Una scelta meticolosa che a volte dura più di mezz’ora metà della quale passata impalati ad osservare un armadio colmo di capi tecnici con il seguente pensiero fisso “cosa cavolo mi metto domani”?

L’abbinamento dei colori è diventato un pilastro della preparazione atletica di un runner anche perché, parliamoci chiaro, un percorso di una mezza maratona oggi come oggi è popolato da fotografi più di quanto lo sia il red carpet alla Mostra del Cinema di Venezia!

LA CARICA NOTTURNA DEL CELLULARE

cellulare

L’importanza di avere il cellulare con sé e con batteria al 100% è fondamentale per un social-runner che si rispetti.

Il selfie pre e post gara si è sostituito al riscaldamento e al defaticamento. E’ diventato qualcosa di propedeutico alla corsa.

No selfie, no running!

IL CARB-LOAD

bucatini-6

Ammettetelo…ogni scusa è buona per magnarsi 200gr di bucatini all’amatriciana….e che la gara sia di 5 o 42km poco importa…il carb-load la sera prima si deve fare!

IL LASSATIVO

bagno

Quanti di voi hanno vissuto la tragica esperienza di sentire il bisogno impellente di andare in bagno a fare pupù proprio durante una gara? Tantiiiiiiiiiiiiiiii!!!! E allora quanti di voi prima di una mezza o di una maratona sono soliti usare qualsiasi mezzo, purga compresa, per liberarsi e correre senza questo fastidioso brutto pensiero?? Tantiiiiiiii!!!!!!

Che lo vogliate o no siete tutti vittime di questi comportamenti o di almeno la metà di essi, se siete d’accordo con me è giunto il momento per tutti di fare il primo passo ossia, prenderne consapevolezza, perciò ripetete insieme a me:

“ciao a tutti , mi chiamo Jennifer e sono una runner “

Lascia un Commento