Le WIR supportano il Punto Donna attraverso raccolte fondi e donazioni organizzate in occasione di eventi sportivi come il WIRun Tour 2020, svoltosi in modalità virtuale.

Il Punto Donna WeWorld è un punto di riferimento per le donne che cercano informazioni, orientamento e sostengo sulle tematiche del lavoro e del benessere personale e familiare.

I NUMERI del Punto Donna

  • 226 Donne si sono avvicinate al progetto
  • 66 Donne hanno frequentato attività individuali e di gruppo
  • 46 Donne sono state coinvolte in un percorso di orientamento al lavoro

226 sono le donne che si sono rivolte al Punto Donna dall’avvio del progetto al 30 settembre 2020. Un numero che conferma l’andamento del primo semestre tenendo conto della penalizzazione dei 2 mesi e mezzo di chiusura per l’emergenza Covid- 19.
Di queste 226 donne, 66 hanno deciso di intraprendere un percorso continuativo, individuale o di gruppo. Con alcune l’attività si è conclusa, con 48 beneficiarie è attualmente in corso.
Il range di età va dai 23 ai 58 anni, con una prevalenza di donne dai 30 ai 50 anni.
Quasi la metà delle donne è convivente o sposata e il resto si divide equamente tra separate e nubili.

Le donne che frequentano Punto Donna è per metà residente nel quartiere e per l’altra vengono da altre zone di Milano e dalla provincia.
Le donne straniere che frequentano Punto Donna sono poco meno della metà di cui in prevalenza sudamericane e nordafricane e in minoranza donne provenienti dai Paesi dell’est.
La maggior parte delle donne è disoccupata.

Il Territorio

Nel territorio di riferimento, il quartiere Giambellino, il progetto impatta su 150.000 persone, gli abitanti del quartiere. Al suo interno la popolazione femminile ha un’età compresa tra i 15 e i 65 e ammonta ad un totale di 10.310 donne, di cui il 29% di origine straniera.
Per raggiungere il target delle beneficiarie dirette, è stata realizzata un’attività di comunicazione attraverso l’utilizzo di differenti canali, quali:

  • Volantino per descrivere il progetto e i servizi offerti, corsi proposti (10% delle beneficiarie arriva da questo canale)
  • Pagina Facebook, di facile accesso e utilizzo (5% delle beneficiarie arriva da questo canale)
  • Servizi del territorio aperti al pubblico e del privato sociale (45% delle beneficiarie arriva da questo canale)
  • Passaparola tra le donne (40% delle beneficiarie arriva da questo canale)

Le realtà territoriali con cui si è in contatto sono attualmente 25; con alcuni i rapporti sono costanti nell’ottica di un lavoro di rete che integra le diverse specificità dei servizi.

Vita delle Beneficiarie del Progetto

Il progetto impatta direttamente su 226 donne e sulle loro famiglie, di cui circa il 30% frequenta con costanza Punto Donna. Il tempo di permanenza presso il servizio varia molto da percorso a percorso; si tenga anche presente che non esiste una dimissione da Punto Donna e capita spesso che alla conclusione di un’attività le donne smettano di frequentare per un po’ per poi ripresentarsi in occasione di eventi o nuove attività o con l’emergere di un bisogno per il quale chiedono di essere aiutate.
Misurare l’impatto dell’intervento in termine di empowerment è pertanto piuttosto complesso; oltre che con la somministrazione periodica di questionari, le operatrici hanno potuto rilevare le variazioni rispetto alla condizione iniziale grazie alla tracciatura del percorso nelle schede personali delle donne; per molte si è evidenziato un buon lavoro di crescita personale che in taluni casi ha portato alla presa di decisioni importanti e alla risoluzione di problemi.

CONTATTI

  • Via Volturno, 80 Brugherio
  • +39 392 318 3364
  • info@womeninrun.it
  • 9:00 ~ 18:00

SOCIAL