+39 392-318-3364 / info@womeninrun.it
'

Miriam: corro “velocità bradipo” ma sono già addicted!

run4me

Miriam: corro “velocità bradipo” ma sono già addicted!

Settimana scorsa ho bigiato. Non per mancanza di voglia, ma per senso di colpa! Era il compleanno di mio cognato e dovevo essere per pranzo dall’altra parte della città e, ironia della sorte, a me non piace fare le cose di corsa… soprattutto nel weekend.

Non lo avrei mai detto ma saltare l’allenamento settimanale di Run4me in compagnia delle WIR, anche se per una buona causa, mi ha reso inversa per tutta la settimana. Avevo meno energia, meno voglia di fare, ero perfino meno sorridente!

Sta di fatto che dopo una settimana di totale apatia, sabato mattina mi sono svegliata e ho sfidato la nebbia e gli zero gradi per andare al mio terzo allenamento. Seguendo il consiglio del Coach ho abbandonato il mio abbigliamento improvvisato (pile, maglia e leggins termici che di solito indosso sotto la tuta da sci) e ho optato per un outfit più tecnico… vista da fuori sembravo proprio una vera runner!

Ho iniziato a correre, il fiato ha fatto meno i capricci e anche il cuore ha rallentato un po’ i suoi battiti: dopo circa 8 minuti di corsa “velocità bradipo” avevo i battiti a 164 e non a 194 come le volte scorse… sono ancora molto lontana dai livelli raggiunti un anno fa ma, anche per raggiungere gli obiettivi, non bisogna andare di corsa, giusto?

Grazie all’allenamento funzionale di Elisa, della quale invidio soprattutto il ciuffo a schiaffo, ho scoperto che sono un po’ rigida e che forse è meglio ricominciare a fare pilates per recuperare un po’ di flessibilità perduta… ok che gli affondi non sono stati mai il mio forte, ma non riuscire a fare stretching perché non si riesce ad afferrare la caviglia mi sembra un po’ troppo!

Detto questo vi saluto confessandovi che non vedo l’ora che sia sabato prossimo!

Miriam

Altri articoli di Miriam:

Miriam: i capelli ricominciano a spuntare e con loro anche la voglia di correre

Lascia un Commento