+39 392-318-3364 / info@womeninrun.it
'

MAURINO VEG: “cena vegetale in remoto”, la mia avventura in cucina

spaghetti MaurinoVeg foodiary

MAURINO VEG: “cena vegetale in remoto”, la mia avventura in cucina

“Cena vegetale in remoto” è l’evento pensato e organizzato da Mauro Anzideo, in arte Maurino Veg, che si è tenuto lo scorso 21 ottobre al Qking Restaurant di Via Giuseppe Tartini a Milano.

L’idea di questa cena arriva a concretizzarsi dopo un anno, un anno di tentativi a bussare alla porta di chef, conoscenti, gestori di locali e persone del settore, che alla parola “remoto” rispondono perlopiù con scetticismo.

Cena_vegetale maurinoveg

È Davide Negri, chef e primo maestro di Maurino, ad accettare di realizzare materialmente il progetto occupandosi della preparazione delle ricette durante la serata.

Maurino Veg infatti, in collegamento Skype dal Nepal, ci ha guidati indirettamente alla scoperta di sapori e tradizioni diverse tra loro eppur complementari: tutti i piatti del menù, di base vegana, si fondono con elementi di tradizione italiana e asiatica, abbracciando in molti aspetti la filosofia ayurveda.

antipasto maurinoVeg vegan

È stata di sicuro una cena non convenzionale, una sfida, perché portare a tavola un piatto il più possibile fedele all’originale da così lontano non è cosa semplice, ma Maurino con le sfide ci va a nozze e ne hai la conferma quando ascolti la sua storia, talmente straordinaria da non sembrare vera.

La storia di Maurino infatti, è come quei romanzi che non vedi l’ora di leggere, pagina dopo pagina, per sapere come va a finire.

Comincia nel piacentino nel 2008 accanto a Carla Aradelli, chef stella Michelin e proprietaria del ristorante Riva a Ponte dell’Olio, dalla quale ha modo di imparare e attingere tanto e bene, finché Davide Negri non gli propone di provare nuove esperienze, a Shangai, e Maurino “certo che si!” – e parte.

A Shangai lavora due anni occupandosi di cucina a tutto tondo, acquisisce nuove competenze e fa qualche viaggio, ma nel 2010 decide che ne ha abbastanza, che da quel momento mangerà e cucinerà solo vegetariano.

Così lascia il lavoro, si improvvisa come cuoco a domicilio e lancia il progetto “SOUNDINNER” con lo scopo di offrire consulenza a quanti desiderano realizzare progetti vegetariani in Cina, Hong Kong e città occidentali.

maurino veg triciclo viaggio cina dali

A Settembre del 2011 lascia Shangai a bordo di un triciclo con un paio di five fingers ai piedi deciso ad attraversare la Cina ed arrivare a Dali, tra le montagne dello Yunnan. Si, avete capito bene.

Giunge a destinazione il 22 Novembre, dopo ben 3.560 km.

E ora ditemi che non siete curiosi di sapere cosa succede, pagina dopo pagina.

La vita di Maurino è una continua avventura che per raccontarla non basterebbe un solo articolo, ma sono certa di aver innescato in voi la curiosità necessaria per andarvi a leggere il resto QUI o QUI, per ora, che magari un giorno il romanzo, quello vero, lo troveremo in libreria.

famiglia MaurinoVeg Foodiary

Faccio un passo in avanti alla “cena vegetale” a cui, pur non essendo vegana, ho partecipato volentieri perché se c’è una cosa che amo della cucina è la scoperta, anche di mondi che non mi appartengono direttamente.

E ho scoperto non solo la cucina ma anche i due progetti futuri di Maurino: FOOD 3.5 e Tiramisuper.

Food 3.5 è un vero e proprio esperimento gastronomico, e l’abbiamo vissuto in prima persona, che si basa sulla preparazione di ricette vegetariane secondo lo Yin & Yang cinese e la filosofia Ayurveda, create con ingredienti curativi come erbe spontanee, fiori selvatici, spezie.

patanelli pasta patate zucca funghi maurinoveg

Se vi sembra troppo complicato non temete, Maurino Veg sta curando la progettazione di un’applicazione che vi supporterà affinché possiate essere in grado di preparare anche a casa piatti come quelli che abbiamo mangiato noi durante la serata.

zucca spinaci tortino di lenticchie cena vegetale maurino veg

tiramisuper maurino veg di foodiary

E poi Tiramisuper, il tiramisù vegano, un progetto che nasce nel 2013 e che in Cina ha ottenuto già molto successo. Della ricetta sappiamo solo che non contiene ingredienti OGM e che ha poche calorie, per un prodotto di qualità 100% vegano.

L’abbiamo assaggiato per voi e ci è piaciuto (in mia compagnia c’era anche la Michi di Run Veg e Gaia del blog Profondo Viaggio) anche se della versione di quella sera migliorerei le consistenze.

Qualche sbavatura c’è stata, come lo stesso chef ha ammesso, ma avete mai letto di avventure senza un briciolo di difficoltà?

Beh, sappiate che la nuova avventura di Maurino è a caccia di un lieto fine, sostenitori interessati e disposti a finanziare le sue idee di cuoco visionario.

spaghetti olive cinesi tofu maurinoveg

Se come me siete curiosi di scoprire come va a finire non vi resta che continuare a seguire e condividere la sua storia.

 

“Tieni la tua mente fiduciosa, pulita dalle paure, da cibo spazzatura e dal lavaggio del cervello…

vivi felice e fai quello che ti piace fare, seguendo il tuo ikigai“.

(MaurinoVeg)

Azzurra

Logo FooDiary

Lascia un Commento