+39 392-318-3364 / info@womeninrun.it
'

Lory: una neo WIR in tutù alla sua prima Relay Marathon

12946901_10209076290365016_918527098_o

Lory: una neo WIR in tutù alla sua prima Relay Marathon

Inizio a correre a metà gennaio, primissima volta, e mezz’ora dopo la prima doccia da runner scopro on line Women In Run e poi RUN4ME di RCS Active Team (sono una googolatrice seriale) e decido subito di provarci!!!

Da li’ è stato un crescendo di soddisfazione, divertimento, sforzi e belle persone che si accumulavano sulle gambe e nell’anima.

La prima corsa in Duomo per il Carnevale. Felice come una matta, non sentivo la fatica perchè correvo nella mia Milano notturna e intanto accumulavo km su km senza nemmeno accorgermene….

Nemmeno un mesetto dopo la mia prima gara (eeehh??? gara??? manco ci credevo…) e mi son trovata a sgambettare con voi al Trofeo Sempione dove ho fatto i miei primi 8,9,10km, il primo traguardo, il primo cip, la prima WIR tshirt!!!

Ho scoperto che l’unione fa la forza e senza le due neo WIR Isabella e Francesca mai sarei arrivata alla fine senza fermarmi un secondo…

Di slancio ci iscriviamo alla Stramilano e intanto continuiamo ad allenarci e lì arriva il super tempo e corro 11 km a 6,11!!! Felicissima!

Non facciamo nemmeno in tempo a sbattere le ciglia che arriva il d-day della Milano Marathon… Cosa è che diceva Lucilla di RUN4ME sull’alimentazione pre-gara??? Mega hamburger il giorno prima? In sbatti per le squadre (oddio praticamente ne conosco una su tre), sale l’ansia da prestazione spiando i loro tempi su fb… avevo chiesto la tratta più corta e mi è stata assegnata l’ultima… Io i 10 km li faccio solo in gara e 2 su 3 delle mie compagne alla Stramilano si sono iscritte alla mezza!!!

Tutto era motivo di preoccupazione (ovviamente facevo finta di nulla), finchè arriva la serata sui Navigli. Conosco meglio la squadra e la adoro quando mi propongono il tutù (io vado a nozze con queste cose).

Insomma tutte le preoccupazioni erano infondate. Valentina che l’aveva già fatta ci spiega meglio come funziona e tutto diventa facile. Capisco che abbiamo tutte l’obiettivo di divertirci e non di gareggiare, per cui la sottoscritta neorunner si mette finalmente il cuore in pace. Ho come obiettivo personale 10km sotto l’ora, ovvero 59,59 (che è sotto l’ora!!!) e faccio il fioretto di comprarmi le alette x le scarpe solo quando vedo il 5 nel passo (sperando dentro di me di portarle a casa dopo la staffetta) e memore di una uscita il giorno di Pasquetta dove avevo corso a 5,50 (dovrebbero fare l’antidoping alle uova di cioccolata).

Domenica è una vera e propria festa. Foto, sorrisi, abbracci, noi siamo le ballerine! La prima staffettista parte e io vado a casa a rilassarmi dato che la partenza è prevista per l’una quindi ho tutto il tempo… Atm non aiuta, ma riesco ad arrivare a Uruguay (avevo pure l’ansia di non arrivare in tempo) e trovo mille persone!!!

Ma dove sono le WIR??? In fooooondo… e finalmente mi preparo. Ehi tocca a me adesso!!! Valentina arriva subito, la seconda WIR! Come da istruzioni di Manu: foto, mi bacia e mi manda al traguardo!!! Accidenti la mia squadra è stata tanto veloce che mi tocca correre da sola, le prime due gare sempre fatte con il Dream Team che mi distraeva dalla fatica e mi spronava a non mollare e ora da sola??? Come funziona??? Meglio mettere le cuffiette? No che poi c’e’ l’app che ti dice a quanto stai andando e la tua testa inizia a fare dei calcoli da astrofisico pazzeschi… Che ci devi fare? Sei da sola, te e il tuo tutù rosa… run Lory run!

Manco faccio due km e trovo una salita al Portello… salita??? Ma non dovrebbero essere vietate?!? Sento la voce della socia che ripeto tipo mantra “passi piccoli e veloci” e anche questa è fatta! Incrocio anche il Coach Roberto che sta portanto a casa la maratona (42!!! Io se arrivo a 10 è tanto!!!). Gli stringo la mano e vado per la mia strada… mi guardo intorno, arrivo in Corso Sempione, ah ma qui sei di casa, le conosci queste strade!!! Poi in un attimo arriva il cartello 39, inaspettato!!! Il mio neurone deve fare solo 42-39=3=solo 3!!!=seiquasiarrivata!! 

Arriva Eataly e la seconda salita (Lucilla di RUN4ME la chiamerebbe un lieve dislivello, x me era una arrampicata) e in un attimo sono in Repubblica, vicino casa, qui ci vengo sempre… Faccio l’ultima salita della morte – grazie a #corricon provo a mettere in pratica tutte le tecniche di concentrazione del mondo (magari potevi farlo anche prima, no!?) – e vedo il maritino che corre felice e orgoglioso per farmi le fotine e taaaac scatta il sorriso, dentro di me sto morendo ma fai finta d niente e….smile!!!!

Vedo le prime WIR che fanno il tifo!!! Evvai ci sei, ce l’hai fatta!! E dove sono le mie ballerine?? Avrò mica sbagliato strada??? La fatica ti fa strani scherzi e pensi la qualunque… poi vedo lei, Caterina, la mia prima staffettista che si agita x farsi vedere, mi chiede come sto e dopo aver ricevuto un debole senso di assenso mi stringe la mano e come una locomotiva mi trascina letteralmente al traguardo!!!

Urliamo, alziamo le braccia per i nostri 300 metri in parata da velociste e varchiamo il traguardo, due pazze in tutù rosa di cui uno saltellante e uno degno di the walking dead!! Ma ce l’abbiamo fatta, ce l’ho fatta!!! Ci abbracciamo! Purtroppo Atm nn ha dato la possibilità anche alle altre due staffettiste di raggiungermi in parata e l’acquisto delle alette x l’appuntamento con il 5 è solo rimandato.

1.06.10 per 10,7km (nn 10,3 sono 10,7!!). E grazie ai mitici tempi della squadra abbiamo fatto un super risultato…

Grazie Manu e Max per l’organizzazione!

Lory neo runner e neo WIR

Lascia un Commento