+39 392-318-3364 / info@womeninrun.it
'

LE TRE CHIAVI FEMMINILI: Conoscienza-Creattività-Cuoraggio

10984512_10205856247622710_6974928376050789514_o

LE TRE CHIAVI FEMMINILI: Conoscienza-Creattività-Cuoraggio

L’alta mattina in metropolitana seduta tra una signora dagli occhi tristi e una ragazzina truccata manco fosse Moira Orfei, faccio il mio consueto gesto quotidiano: estraggo un libro dalla mia borsa. Nel caso specifico è il libro con dedica di Nancy Cooklin dal titolo “Crea te stessa”.
Ho conosciuto Nancy questa primavera e, nonostante non ci fossimo mai viste prima, si è subito creato un gran feeling. Lei è una donna piena di energia positiva, con un sorriso che glie lo vorresti rubare dal tanto che splende. E’ una cittadina del mondo, cresciuta in diverse città tra cui Roma, Città del Messico, Lima e San Francisco. Ad oggi è coach certificata PNL e counselor sistemica ed ha una società di formazione e coaching. Insomma una donna che ha davvero saputo creare sé stessa e che adesso attraverso questo libro si propone di insegnarlo anche a noi.
Tornando al mio viaggio in metropolitana… mentre leggo mi cade l’occhio su un paragrafo che sembra fatto al caso mio, il titolo è il seguente:

“Le tre chiavi femminili”

Penso subito a tutte le donne che ho conosciuto in questo anno di Women in Run, penso a quelle che sono partite con mille dubbi e paure e che ora fanno gare e si guardano allo specchio con maggior soddisfazione perchè si vedono più belle …e non intendo solo fisicamente. La corsa non è solo funzionale al miglioramento dell’aspetto fisico, la corsa tempra, veicola all’esterno le tensioni accumulate durante la giornata, aiuta nella socializzazione, genera pensiero positivo e creatività e, attraverso il raggiungimento di obiettivi sempre più sfidanti, aiuta ad aumentare la propria autostima.
Continuando a leggere subito sotto il titolo trovo una frase a mio parere molto bella :
“Che Dio mi dia la serenità di accettare le cose che non posso cambiare, il coraggio di cambiare le cose che posso e la saggezza di conoscere la differenza”
Sono parole che sento mie perchè il percorso che ho fatto da quando ho iniziato a correre (ormai quasi 10 anni fa) mi ha portato ad una consapevolezza di questo tipo.
Ma andiamo a scoprire quali sono per Nancy queste misteriose tre chiavi….
CONSCIENZA : è la conoscenza con coscienza. Conosci e accetta il tuo passato, liberati dei sensi di colpa e dai pregiudizi. Tutte le cose che ci capitano buone o cattive sono informazioni , il punto fondamentale è capire cosa farai dell’informazione che raccogli riguardo te stessa.
11217671_10205579732665281_4158787881427591652_o
Io da quando corro ho raccolto un baule di informazioni riguardo me stessa, alcune buone che associo per esempio alla mia capacità di provare , di buttarmi, di non mollare quando il gioco si fa duro. Altre meno buone che associo alla mia scarsa costanza negli allenamenti e alla mia reazioni a volte esagerata di fronte agli insuccessi. Tutte informazioni che giorno dopo giorno cerco di elaborare e trasformare.
CREATTIVITA’: creare la propria vita vuol dire “fare”. Fare secondo i propri talenti, fare divertendosi e fare senza aspettare. Attivarsi per creare sé stesse. Agire subito orientandosi verso i propri obiettivi. 
10978516_916698935030051_7015853939605412166_n-2
Negli anni la corsa è diventato per me qualcosa di più di uno sport. Mi ha attivato canali ostruiti da anni. Il pensiero laterale e creativo hanno trovato sbocco ed insieme hanno dato vita a Women in Run. Ho “agito” il mio talento nella gestione delle relazioni e nella capacità di entusiasmare. Sì, un po’ controcorrente ho deciso di sviluppare i miei punti di forza anziché quelli di debolezza. Perché mai dovrei investire tempo prezioso della mia vita a migliorare la mia capacità analitica per esempio? Io non sono un’analitica, non lo sono mai stata, perchè lo dovrei diventare a 34 anni suonati?! Io sono una sportiva, creativa, estroversa, socievole perciò ho unito tutte queste cose insieme e …pufff….magicamente ha preso vita il mio progetto!
CUORAGGIO: agire con il cuore. Ci vuole coraggio per prendersi la responsabilità delle proprie scelte e decisioni. Ma ci vuole anche cuore per accettare i propri limiti e fare della propria vulnerabilità un punto di forza. 
10422358_10206158267973030_1189813668303321239_n
Ognuna di noi ha un vuoto nel cuore dalla quale nascono le lacrime…qualcosa che più di altre ci fa soffrire e ci rende fragili. Tante volte nei miei allenamenti in solitaria mi sono ritrovata sola con i miei fantasmi, con le mie paure…a voi non capita mai all’inizio di un allenamento di sentire un irrefrenabile voglia di piangere? A me è capitato più di una volta ma poi, continuando l’allenamento, le endorfine esorcizzano la tristezza per lasciar posto ad uno stato di grazia, quello che io chiamo “pensiero positivo” capace di rendere i nostri problemi o le nostre fragilità dei punti di partenza e non di arrivo.
Insomma amiche , io la mia parte l’ho fatta , le istruzioni per l’uso di questi strumenti di felicità ve le ho date, ora però sarete voi a dover imparare ad utilizzarli al meglio!
BUONA FELICITA’ E BUONE CORSE A TUTTE!

 

 

Lascia un Commento