+39 392-318-3364 / info@womeninrun.it
'

IL LINGUAGGIO SEGRETO DEL CORPO IN MOVIMENTO

diabete-esercizio-fisico-ciesseinforma-csv-fvg-e1462182816290

IL LINGUAGGIO SEGRETO DEL CORPO IN MOVIMENTO

Qualcuno tempo fa , mentre mi allenavo sul tartan della pista di atletica del mio paese mi disse questa frase: ”C’è un tempo per pensare ed uno per correre, quando ti alleni devi spegnere i pensieri e concentrarti solo su quello che ha da dirti il tuo corpo. Il tuo corpo ha un linguaggio segreto che, se sarai in grado di decifrare, ti aiuterà a superare i tuoi limiti e raggiungere i tuoi obiettivi”.

Lì per lì non gli diedi molta retta e continuai il mio allenamento cancellando dalla mente quella frase.

Una volta arrivata a casa però, mentre l’acqua calda della doccia scorreva sul mio corpo lavando via sudore e fatica, inizia a rimuginare su quelle parole.

Prima di tutto mi focalizzai sulla loro provenienza, arrivavano dalla bocca di un uomo saggio che aveva dedicato la sua vita all’atletica, per cui tanto prive di significato non potevano essere.

Con questa premessa continuai il mio ragionamento.

Il linguaggio segreto del mio corpo aveva un codice ed io dovevo provare a decifrarlo, perché la corsa non è uno sport di squadra che prevede una comunicazione verbale con altre persone, no! La corsa è uno sport individuale , non lascia spazio alla comunicazione se non a quella interiore.

Il giorno dopo provai ad allenarmi con questo obiettivo ben chiaro nella testa: spegnere i pensieri ed ascoltare i segnali del mio corpo. Ricordo che la sensazione che provai fu di grande soddisfazione.  Quella prima volta mi concentrai sul battito del mio cuore…modulando il ritmo delle mie ripetute a seconda della velocità con cui mi “parlava”.

Giorno dopo giorno la mia tecnica di traduzione si affinava, compresi il linguaggio delle singole parti del mio corpo coinvolte nell’attività e creai link tra di esse. Ecco alcuni dei messaggi più comuni che ho imparato a decifrare:

  • il battito del cuore aumenta = stai chiedendo troppo, rallenta!
  • il fiato si accorcia = prova con delle variazioni di ritmo;
  • i dolori muscolari aumentano = forse è il caso di ripiegare su un allenamento di scarico;
  • le gambe si imballano = SOS zucchero!

Baseline-Study

Female running athlete. Woman trail runner sprinting for success goals and healthy lifestyle in amazing nature landscape. Cross country run with fit female fitness model running at fast speed.

Oggi dialogo amabilmente con il mio corpo in corsa e a volte mi scopro a rispondergli ad alta voce…(ecco forse questo passaggio dovreste evitarlo) e da quel giorno sono riuscita a raggiungere risultati che ai tempi non avrei mai immaginato.

Però, almeno un allenamento su 3, lo dedico sempre ai miei pensieri più belli … metto un limone in bocca al mio corpo e, nel più totale silenzio, penso , sogno e mi immagino tagliare il traguardo di una maratona … incurante del cuore a 2000 battiti al secondo, dei dolori muscolari che mi costringono ad una postura imbarazzante e del fiatone da pornodiva !

Lascia un Commento