+39 392-318-3364 / info@womeninrun.it
'

I FALSI MITI DELLA CONTRACCEZIONE ORMONALE: riduzione del flusso e protezione dell’ovaio

I FALSI MITI DELLA CONTRACCEZIONE ORMONALE: riduzione del flusso e protezione dell’ovaio

I contraccettivi ormonali sono una delle innovazioni che maggiormente hanno influito sulla qualità di vita e sull’indipendenza delle donne. Nonostante questa sia l’era dell’informazione, circolano molti falsi miti e luoghi comuni circa l’utilizzo e gli effetti collaterali di contraccettivi ormonali come pillola, cerotto, anello e sistema intrauterino. Abbiamo approfondito l’argomento con la Dott.ssa Manuela Farris – specialista in ginecologia e ostetricia – che abbiamo conosciuto nel corso della campagna educational di Bayer sulla contraccezione consapevole che la nostra community supporta orgogliosamente.

L’amenorrea provocata da pillola e sistemi intrauterini è pericolosa: FALSO

Il ricorso a contraccettivi ormonali può avere come effetti secondari una perdita mestruale ridotta o la sua assenza. Sebbene possa risultare in alcuni soggetti psicologicamente fastidioso, è dimostrato che essa provochi benefici in termini di anemia da carenza da ferro.

I contraccettivi ormonali favoriscono il cancro all’utero, all’ovaio e al seno: FALSO

È ampiamente dimostrato il contrario: i contraccettivi ormonali sono protettivi nell’insorgenza di tumori a utero e ovaio. Per quanto riguarda il tumore al seno, il lieve incremento di rischio che si osserva durante l’assunzione della pillola sparisce alla sospensione. Le donne che prendono la pillola, inoltre, tendenzialmente fanno più spesso i controlli e quindi è più probabile che vengano diagnosticati noduli allo stadio iniziale.

I contraccettivi ormonali riducono la fertilità futura: FALSO

Non esiste alcun collegamento tra problemi d’infertilità e utilizzo di contraccettivi ormonali, per una qualsiasi durata di tempo. È anzi ampiamente dimostrato che la sospensione dell’anticoncezionale, avendo come effetto secondario positivo una generale regolarizzazione del ciclo, favorisca la possibilità di concepimento in occasione della programmazione di una gravidanza.

È opportuno sospendere ogni tanto l’assunzione di contraccettivi ormonali (anello, cerotto, pillola): FALSO

Non è assolutamente necessario e non ci sono ragioni scientifiche, a meno che non si verifichino effetti collaterali. È possibile assumere con continuità le piccole dosi ormonali somministrate tramite i vari metodi contraccettivi ormonali. Basti pensare che, un contraccettivo come il sistema intrauterino a rilascio ormonale, ha una efficacia di 3-5 anni.

Maggiori informazioni su 

www.sceglitu.it e pagina FB MyContraception

Lascia un Commento