+39 392-318-3364 / info@womeninrun.it
'

FAVE E CICORIE: i benefici e la ricetta per gustarli insieme

fave-cicorie-pugliesi

FAVE E CICORIE: i benefici e la ricetta per gustarli insieme

Il caldo delle ultime settimane si è impossessato della mia cucina, nonché della mia voglia di fare, e mi ha costretta a prendere una pausa dai fornelli. Ne ho approfittato per cercare nuove ispirazioni e ripescare quelle legate alle mie radici pugliesi.

Proprio in Puglia, prima tappa di queste vacanze estive, ho riscoperto ingredienti della tradizione a me cari, protagonisti della tavola familiare.

Qualche ricetta fa vi ho spiegato cosa sono i talli di zucchine e perché fanno bene, oggi vi suggerisco come utilizzare un’altra delle mie verdure preferite: la cicoria, una pianta tipicamente selvatica dal sapore amarognolo che porta con sé diversi benefici.

cicorie

La cicoria è un alimento molto leggero e adatto a chi segue una dieta ipocalorica, 100 g di questo ortaggio contengono infatti solo 23 kcal. È ricca di sali minerali quali potassio, calcio e ferro e di vitamine C, B, P e K. Si può consumare sia cotta che cruda e viene impiegata nella preparazione di molte pietanze oltre che per ricavare tisane e decotti utili a ridurre la glicemia e a stimolare la digestione.

fave secche decorticate

Il piatto che vi propongo appartiene alla tradizione contadina della mia regione e si realizza abbinando la cicoria a un altro ingrediente povero: le fave secche decorticate.

La ricetta che segue è la versione delle cicorie con il purè di fave, o meglio, la versione originale di mia madre, categoricamente senza patate.

fave e cicorie pugliesi

FAVE E CICORIE

Ingredienti

500 g di fave secche decorticate

1 kg di cicoria selvatica o cicoria catalogna

olio extravergine di oliva

1 peperoncino piccante

sale qb

PROCEDIMENTO

pulire le cicorie

Pulite le verdure rimuovendo le foglie più belle, recidete i gambi e conservatene le parti più tenere. Lavate la cicoria facendo attenzione ad eliminare eventuali residui di terra.

fave secche cuocere

Nel frattempo lavate e cuocete le fave secche fino a che non diventeranno tanto tenere da sfaldarsi mentre le girate. Salate (se preferite potrete ridurre una parte di fave in crema).

Intanto cuocete le cicorie finché saranno tenere, occorreranno pochi minuti.

In una piccola padella fate soffriggere un peperoncino secco che servirà a dare maggior spinta al sapore finale del vostro piatto.

Amalgamate le verdure al purè di fave e conditele con l’olio piccante. Aggiustate di sale a piacere e gustate il piatto con del buon pane casereccio.

NOTE: Qualche riga fa ho puntualizzato che questa ricetta non prevede l’utilizzo delle patate per la realizzazione del purè, se volete potrete aggiungere la patata per ottenere una consistenza più cremosa ma io non lo faccio mai perché preferisco dare maggior risalto al sapore, tendente al dolce, delle fave.

Le fave sono ricche di vitamine, proteine e sali minerali come il ferro (particolarmente utile per chi soffre di anemia passeggera) nonché sodio, fosforo, potassio, magnesio, zinco, manganese, rame e selenio. Per l’alto contenuto di fibre contribuiscono a mantenere efficiente l’intestino e a ridurre il colesterolo cattivo nel sangue.

Oltre alle proprietà ed i benefici, le fave secche possono rappresentare un serio problema per coloro che soffrono di “favismo”, una patologia per cui sarebbe bene evitarne il consumo.

Azzurra

Logo FooDiary

LEGGI ANCHE…

TALLI DI ZUCCHINE: come si cucinano e perché fanno bene

 

Lascia un Commento