+39 392-318-3364 / info@womeninrun.it
'

DOGI’S HALF MARATHON: dai manicaretti di Villa Goetzen alla corsa sui tacchi

IMG_1264

DOGI’S HALF MARATHON: dai manicaretti di Villa Goetzen alla corsa sui tacchi

Correre per me è spesso un pretesto per viaggiare. Infilo leggins, shorts e scarpe da running nel mio valigino e vado alla scoperta delle meraviglie che l’Italia ci offre, con la scusa di partecipare a una delle tante gare che oggi affollano il calendario podistico italiano. La corsa, si sa, è fatica ma è anche tanta gioia che per me non significa vincere la sfida col cronometro, ma piuttosto aver l’opportunità di scoprire posti nuovi e conoscere gente con cui condividere sorrisi.

Così è stato lo scorso weekend che ho trascorso nella Riviera del Brenta in occasione della Dogi’s Half Marathon, insieme alle mie compagne di avventura, l’ormai inseparabile Cristina Turini di runandthecity.it e Chiara Bottoni di fashionrunning.it, soprannominata “Chanellina” per il suo stretto legame con la moda, accompagnata dal marito e amico Dario. Ad accoglierci con il suo entusiasmo contagioso è stata Francesca Matterazzo di Ascom Confcommercio Riviera del Brenta che ci ha fortemente volute come ospiti, così come Annalisa Macrì, Presidente di Terziario Donna – Confcommercio Venezia. Sono proprio le persone come loro che amo incontrare nei miei viaggi di corsa. Gente che ama il proprio territorio e quell’amore sa trasmettertelo con profondità.

FullSizeRender

Io, Cristina e Chiara

La magia è cominciata in una bellissima villa veneta del ‘700 completamente ristrutturata – Villa Goetzen a Dolo – a pochi minuti sia da Padova che da Venezia, dove siamo state coccolate dall’autentica ospitalità veneziana che il titolare Christian Minchio esercita come una vera e propria arte. Arte è anche la cucina che serve a tavola, principalmente a base di pesce, che si accompagna a vini profumati ai quali è difficile dire di no, anche se il giorno dopo hai in programma una gara di corsa. Molto suggestivo è anche il giardino esterno con il pontile che affaccia direttamente sul Brenta che, con le sue acque calme, ti rapisce incantandoti.

IMG_1275

Da Villa Goetzen a Villa Foscarini Rossi. Il pomeriggio lo abbiamo passato a Stra in quel bellissimo complesso architettonico secentesco che è stato il simbolo della ricchezza e della potenza della nobile famiglia veneziana dei Foscarini. Nel Salone delle Feste della Foresteria, decorato da affreschi del 1652, per un attimo ho chiuso gli occhi e ho immaginato di indossare anche io uno di quegli abiti in tessuto damascato impreziosito da merletti, con il corpetto stretto e la gonna ampia rigonfiata sui fianchi. Sono tornata alla realtà solo quando ho visto l’imponente porticato della Foresteria che nella bella stagione diventa un naturale prolungamento degli spazi interni. Ma il sogno di ogni donna è nascosto nella villa padronale ed è il Museo della Calzatura che custodisce i modelli più rappresentativi della produzione di settant’anni del Calzaturificio Rossimoda (nel 2003 passato al colosso francese LVMH) che ha realizzato le calzature dei più famosi stilisti italiani, francesi e americani, da Fendi, a Yves Saint Laurent, fino a Givenchy e Ungaro. Una collezione di oltre 1.700 paia di scarpe che raccontano l’evoluzione stilistica delle griffe più celebri – come ci hanno spiegato Cristina e Sabina Rossi – da cui oggi i designer traggono ispirazione per disegnare i loro nuovi modelli.

 

Ma sui tacchi si può anche correre… in Riviera del Brenta lo fanno da cinque anni, proprio alla vigilia della Dogi’s Half Marathon. Organizzata da Confcommercio Riviera del Brenta e Terziario Donna, la Corsa sui tacchi è un momento glamour e divertente interamente dedicato all’universo femminile. Requisito indispensabile: un tacco di almeno 10 centimetri da abbinare a una buona dose di autoironia per sfidarsi sulla distanza di 15 metri. La donna più veloce ha vinto un paio di scarpe disegnate proprio da Sabina Rossi, erede di una lunga tradizione nella storia della calzatura di lusso della Riviera del Brenta.

Una giornata in rosa per lanciare il countdown alla Dogi’s Half Marathon che, nella mia breve esperienza da mezzamaratoneta, considero la più bella che ho corso. Il suo fascino è merito del percorso che tocca gli angoli più suggestivi della Riviera dei Dogi, a partire dalle magnifiche ville venete, ma anche delle emozioni che ho provato tagliando il traguardo con un tempo inaspettato visto la giornata “poco da atleta” trascorsa il giorno prima, tra prosecchini e poche ore di sonno.

IMG_1299

E di quella sensazione di felicità nel vedere arrivare, con un sorriso accennato, la tua compagna di mezze maratone e di mille altre avventure con cui condividi puntualmente gioie e dolori, quelli alle gambe che ritornano sempre.

Schermata 2017-04-14 alle 02.55.32

E festeggiare con quelli che ormai sono diventati degli amici, oltre dei compagni di corsa: Marco Abatecola e Giovanni Catalano, i runner del Team RunEconomics di Confcommercio, con cui abbiamo corso anche la RomaOstia lo scorso marzo e che vi invito a seguire sulla loro pagina facebook.

FullSizeRender_1

Io, Chiara e Cristina con Marco e Giovanni del Team RunEconomics

Loro hanno partecipato al Trofeo Confcommercio, una gara nella gara riservata ai soci e ai dipendenti di Confcommercio. Perché sport e territorio nella Riviera del Brenta rappresentano un binomio vincente. WIR l’anno prossimo si va tutte in trasferta!

Manuela

FullSizeRender

La coppa del Trofeo Confcommercio

Lascia un Commento