+39 392-318-3364 / info@womeninrun.it
'

Claudio, il super papà runner, ci racconta la sua “calorosa”, “intensa” e “imprevista” Milano City Marathon

Claudio

Claudio, il super papà runner, ci racconta la sua “calorosa”, “intensa” e “imprevista” Milano City Marathon

 

E chi lo dice che le Women In Run siano solo Women!?

Vi presento Claudio, ex calciatore, papà modello e soprattutto socio Women In Run nonché tri-maratoneta!

Anche a lui ho chiesto di raccontare la sua Milano City Marathon perchè sia chiaro a tutti che la distanza Regina non è un obiettivo impossibile, ma un obiettivo possibile se pensato con la testa e vissuto con il cuore.

Claudio non ha improvvisato le sue maratone e, partendo già da una buona base sportiva (il calcio praticato a livello agonistico per tanti anni) ha deciso di dedicarsi alla corsa ed ha iniziato ad allenarsi con un caro amico e la sorella Pamela per raggiungere i diversi obiettivi: 10km, 21km e infine l’intera Maratona!

Un esempio di come la nascita di un figlio ti può cambiare la vita! Chissà adesso cosa cambierà ancora nella vita di Claudio visto che è da pochissimo diventato papà per la seconda volta di un bellissimo maschietto chiamato Michele!

 Claudio, la Milano City Marathon è stata la tua prima maratona?

No, è stata la terza. La prima è stata la Venice Marathon nel 2015.

Perché hai deciso di correre la distanza regina?

Sin da quando non praticavo ancora questo sport la maratona l’ho sempre vista come un traguardo quasi irraggiungibile. Pensavo “ma come si fa a correre per 42Km???”. Poi da quando ho iniziato a praticare il running è stato fin da subito l’obbiettivo da raggiungere anche se continuavo a pensare che correre per così tanti km era da pazzi! Anche quando ho terminato la mia prima mezza maratona il primo pensiero è stato “ma come si fa a fare altri 21km io sono distrutto!!”. Poi ho capito che per me era soprattutto un problema di testa e con l’aiuto di un amico sono riuscito ad arrivare al tanto agognato traguardo dei 42km (ricordo ancora le lacrime che scendevano appena tagliato il traguardo).

Come è nata la tua passione per la corsa?

Ho sempre giocato a calcio, poi 4 anni fa diventai papà. Il running mi ha dato la possibilità praticare sport quando volevo (e soprattutto potevo) a differenza del calcio. Così, spinto da un amico che corre da oltre 25anni, ho iniziato praticare quello che oramai è diventato lo sport che amo di più.

Chi ti ha aiutato a raggiungere questo ambizioso obiettivo? Hai un allenatore che ti segue?

No nessun allenatore, ma un amico fidato che mi ha iniziato a questo sport, che mi ha dato molti consigli utili e che mi ha accompagnato nella mia prima maratona a Venezia.

Cosa rappresenta la corsa per te?

Ormai è diventata una parte di me. Senza della quale farei molta fatica a stare. Mi sono innamorato di questo sport come non avrei mai pensato

Come hai conosciuto le Women In Run e cosa ti ha spinto a tesserarti con loro?

Tramite mia sorella Pamela che era già una di Voi. Ho fatto qualche allenamento e mi avete fatto sentire subito parte del gruppo e per ultimo, ma non meno importante, per dire no alla violenza sulle donne.

Tre aggettivi per descrivere la tua Milano City Marathon

CALOROSA (per il tifo delle persone che si poteva sentire sulla pelle mentre si correva), INTENSA (una gara così lo è per forza, sotto molti aspetti) e IMPREVISTA(perchè non era nei miei programmi in realtà, ma poi ho vinto un pettorale a meno di un mese dalla gara e non ho potuto non correrla..).

Quali saranno i tuoi prossimi obiettivi?

Obbiettivo principale (prossima maratona) la Primiero Dolomiti Marathon il 2 Luglio (già iscritto) che mi ha affascinato per il percorso e il panorama. Passando per la Wings for Life a Maggio(già iscritto nel team WIR) e terminando a Settembre con SalomonCityTrail HARD.

E allora caro Claudio non vediamo l’ora di vederti arrivare alla durissima Primiero Dolomiti Marathon per portare le Women In Run sempre più in alto, quasi a toccare le nuvole!

IN BOCCA AL LUPO!

Claudio 2 Claudio 3 Claudio 4 Claudio 6 Claudio 7 Claudio 8 Claudio 9

Lascia un Commento